Massaggio Sportivo: mantiene in condizioni ottimali e prepara la muscolatura alla pratica sportiva. Riduce notevolmente lo stato di affaticamento fisico da performance e di conseguenza anche l'affaticamento psicologico dell'atleta in modo tale da prevenire possibili traumi. Molto importante, dopo ogni allenamento, per il recupero energetico e funzionale poichè favorisce la fisiologica eliminazione di cataboliti. Nell'ambito del massaggio sportivo, il massaggio decontratturante lavora per sciogliere le contratture ed è gradito anche da un utenza non prettamente sportiva proprio perchè scioglie il corpo da irrigidimenti muscolari ed articolari , e compatibilmente alle esigenze ed ai casi, aiuta a ridurre eventuali sindromi dolorose indipendentemente da quali siano le cause.

Linfodrenaggio : E' un massaggio dolce che drena e stimola la naturale attività del Sistema Linfatico parte integrante del sistema Immunitario. Ha un effetto secondario rilassante che provoca una sensazione di benessere al soggetto che lo riceve. Il Sitema Linfatico è un sistema di trasporto simile al Sistema Circolatorio le cui funzioni sono quelle di riassorbire e veicolare nella circolazione tutto ciò che i capillari sanguini non riescono a recuperare dal disequilibrio tra filtrazione e riassorbimento. Assorbe il liquido interstiziale in eccesso, rimuove le cellule morte, sostanze organiche, grassi, proteine , batteri e agenti patogeni e i prodotti del catabolismo cellulare convogliando il tutto al sangue. La Linfa è un liquido incolore ricco di proteine, sostanze di scarto, linfociti e microrganismi . Ogni giorno nel nostro corpo vengono prodotti dai 2 ai 30 lt di linfa ; nel cuore ne passano diariamente dai 10 ai 15 litri mentre nel sangue dagli 8 ai 15.ooo litri. Essendo il flusso linfatico non soggetto ad alcuna forza propulsiva propria, il movimento è dato dall'ambiente circostante cioè: la contrazione muscolare, le pulsazioni di arterie limitrofe, la respirazione, la forza di gravità. Nel momento in cui, il flusso non è più assicurato, cioè vengono a mancare le forze che lo favoriscono , si assiste ad un ristagno della linfa ed a un accumulo di liquido localizzato che sono grazie ad opportuno trattamento può essere risolto.

Molti sono i casi in cui è consigliato il ricorso al linfodrenaggio tra i quali : gonfiori da distorsioni, linfoedema, ematomi, epicondilite, tensione mammaria da sindrome premestruale, edemi da ritenzione idrica ed in tutti i casi in cui è necessario stimolare il sistema immunitario. 

Controindicazioni Linfodrenaggio: Tumori, Infezioni ed infiammazioni croniche, trombosi recenti e flebiti, Allergie, edema da insufficienza cardiaca, ipotensione, ipertiroidismo, ipotiroidismo, distonie neurovegetative, stati precancerosi, gravidanza e primi giorni del flusso mestruale, eczemi, asma e bronchiti.