Gil Oli Essenziali Sono estratti dalle piante secondo diverse metodologie (spremitura -es. agrumi-; estrazione -es. resine di ambra, pachouli, sandalo -; enfleurage - es. rosa, jasmine....-) e contengono miscele di sostanze chimiche più o meno volatili con odore caratteristico e funzione ben precisa. Esercitano la loro attività sul corpo, sulla mente e sullo spirito così da influirne sulle condizioni. Le molecole degli oli essenziali trovano i loro recettori direttamente a livello del nostro sistema limbico ,quella parte del cervello che controlla le nostre emozioni, i ricordi, le funzioni vitali quindi un odore , una particolare fragranza è in grado di stimolare ricordi, sensazioni o particolari stati del nostro corpo. L'utilizzo degli Oli Essenziali (Aromaterapia attraverso inalazioni, massaggi, uso topico) coinvolge due dei nostri sensi, l'olfatto appunto ed il tatto. Quest'ultimo può essere inteso come istinto umano, una necessità, un mezzo di comunicazione, un metodo diagnostico e "terapeutico". Il tatto influisce sul Sistema Nervoso Autonomo stimolando la secrezione di Endorfine che attuano rilassando e rinvigorendo il nostro corpo allo stesso tempo. Le endorfine sono conosciute come gli" ormoni della felicità", agiscono come narcotici naturali riducendo i dolori e producendo uno stato di benessere generalizzato.

In base alla Velocità con la quale gli Oli essenziali evaporano all'aria, vengono distinti tre livelli di tempo definiti anche toni: tono alto (1-14) ad alta velocità di evaporazione, tono medio 814-60), tono basso  (60-100). Solitamente gli oli di tono basso, sono molto più densi e vischiosi di quelli a tono alto ed è proprio la velocità di evaporazione ad influenzare l'effetto sul corpo e sulla mente  dell'essenza.  I toni bassi cui appartengono o.e. di fiori , resine e legni (es. geranio, sandalo, rosa...) hanno azione prevalemtemente sedativa. I toni medi sono solitamente quelli che agiscono sul metabolismo e sulle funzioni organiche ( es. rosmarino, camomilla, maggiorana ), i toni alti invece sono quelli altamente volatili, arrivano velocemente ai centri cerebrali e solitamente hanno effetto stimolante (es.eucalipto)

Molti di essi hanno, tre le altre, specificità antibiotiche interessanti per l'uomo; alleviano i dolori osteoarticolari, migliorano la circolazione emolinfatica, minimizzano l'asma, l'ansia, lo stress, l'insonnia ecc....